Resoconto Safety & Security Forum 2013

Da sempre attenta alle iniziative concernenti la sicurezza e la prevenzione della salute nei luoghi di lavoro, la Firotek ha partecipato, il 21 e 22 Marzo, al Safety e Security Forum di Gubbio. All’evento, organizzato nella splendida cornice naturalistica e storica del Park Hotel ai Cappuccini, hanno partecipato alcune tra le principali aziende italiane ed internazionali. Firotek ha portato avanti le tematiche che da sempre coltiva con passione e professionalità: la tutela della qualità dell’aria negli ambienti confinati, la bonifica degli impianti di condizionamento e il contenimento della Legionella, il tutto per garantire alle persone benessere e comfort.

Durante gli incontri con i professionisti della sicurezza, se da un lato è emerso il forte interesse per la tipologia di servizi di controllo della qualità dell’aria e dell’acqua, il tutto per la tutela della persona, dall’altro lato si è manifestata la troppo spesso scarsa prevenzione svolta verso il contenimento di tali problematiche, nonostante la normativa vigente (Decreto Legge n. 81 del 2008 e s.m.i.) e le recenti Linee Guida sulla valutazione del rischio per gli impianti di condizionamento (Accordo Stato Regioni Febbraio 2013).

La tutela della salute delle persone negli ambienti di lavoro, è una problematica forte ed attuale come non mai e rappresenta, senza dubbio, uno degli indici per misurare la qualità civile di un paese. Incontri come questo, rappresentano rilevanti opportunità di crescita fra aziende e servono per fare il punto della situazione sulla questione sicurezza in Italia. Molta strada c’è da fare e Firotek è consapevole che, solamente un approccio di formazione multidisciplinare, professionale e scientifico alle problematiche, rappresenta il mezzo per percorrere questa strada nelle migliori condizioni.

Il percorso che Firotek percorre ha come obiettivo la tutela della salute delle persone. Vogliamo una strada dritta e senza buche!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *